Il Bambù Onlymoso

Il Bambù gigante OnlyMoso ®

Onlymoso ha selezionato per Voi una varietà di bambù Gigante, la Phyllostachys edulis (o pubescent) che possiede ottime caratteristiche produttive, qualitative e di adattabilità.

Questa specie cresce bene nel clima temperato e sopporta anche temperature inferiori ai -20° C.

Coltivare Bambù offre due possibilità di reddito:

  • germogli (che vengono raccolti dopo circa 4 primavere dalla messa a dimora)
  • legno (Per il quale occorrono tra i 5 e gli 8 anni)

La raccolta dei germogli non danneggia le piantagioni, anzi il diradamento favorisce la crescita armoniosa della coltivazione in quanto esistono 2 stagioni di raccolta: i mesi primaverili in cui si tagliano i germogli destinati ad uso alimentare e da settembre a febbraio avviene il taglio dei culmi adulti (i fusti).

Per qualità, durezza e resistenza, il legno di bambù è paragonabile a essenze come il rovere e il noce

Mappa dei I nostri Impianti

Caricamento della mappa in corso, attendere...

Come avviene la coltivazione?

Il bambù, essendo una graminacea, richiede la stessa lavorazione del terreno che si fa per un campo di grano.

A dispetto della fama di invasività della pianta, per contenere efficacemente la diffusione dei rizomi del bambù è sufficiente circondare l’appezzamento coltivato con un fossato di circa 60-70 cm. I rizomi non superano tale profondità e si crea una vera e propria barriera naturale che non verrà oltrepassata dai rizomi – Inoltre tagliando i germogli che crescono sul fossato si blocca la crescita laterale.

I nostri tecnici consigliano sempre la migliore soluzione per la progettazione dell’impianto:

  • studiano la tracciatura dei sentieri per creare corsie percorribili di circa 3/4 metri adatte al trasporto della produzione con trattori e carrelli
  • Indicano e progettano il tipo di irrigazione per l’impianto iniziale (con la giusta irrigazione, le piantine si svilupperanno più rapidamente e si porranno le basi per una produzione ottimale);
  • consigliano la pacciamatura iniziale che permette un risparmio di acqua e una protezione per i giovani getti.

Un foresta di bambù OnlyMoso raggiunge la maturità tra i 5 e i 10 anni a seconda delle condizioni climatiche, del terreno e tipo di coltivazione. Dopo i primi 4 anni circa avviene il primo raccolto di germogli ma in presenza di particolari stagioni favorevoli, la raccolta dei germogli può avvenire anche dopo solo 2 anni.

Perché coltivare il bambù?

Chi sostiene che il bambù sia una pianta estranea al nostro territorio, dimentica che la maggior parte del cibo che mangiamo e delle essenze lignee che usiamo, provengono da piante portate da paesi e da continenti lontani.

I nostri amati agrumi sono arrivati dalla Cina nel XIV secolo e lo stesso è accaduto per le pesche, anch’esse portate in Europa dell’Estremo Oriente.
Per non parlare di prodotti come mais, patate, pomodoro, che arrivati in Europa a seguito della scoperta delle Americhe, ora fanno parte a pieno titolo della nostra tradizione gastronomica nazionale.

Ogni periodo di cambiamento porta nuove sfide.
Il bambù OnlyMoso® è una risposta vincente alle nuove esigenze di mercato e di produzione nel campo agricolo,
è una pianta meravigliosa, generosa nella produzione, semplice e poco esigente.

Inoltre un bambuseto è una coltivazione di eccezionale bellezza, che si integra perfettamente nel paesaggio e lo valorizza. Non è un caso se il bambù viene usato nei giardini a scopo ornamentale decorativo già da tempo.