Germogli di Bambù

Ritiro del Germoglio

Conferimento del germoglio di Bambù

Il germoglio di bambù va raccolto in un determinato momento della sua crescita, quando è già abbastanza sviluppato ma prima che inizi a lignificare nella parte basale.

Le modalità di raccolta sono diverse e possono essere effettuate con coltello o con zappetta(i clienti OnlyMoso potranno trovare i video esplicativi della raccolta cliccando nella sezione “conferimento germoglio” in fondo alla newsletter dell’assistenza).

Per raccoglierlo bisogna scavare intorno al germoglio ed effettuare delle pressioni proprio dove il germoglio si attacca al rizoma, trovato quel punto occorre dare un colpo netto perché il germoglio di bambù è duro da recidere e nel contempo effettuare una piccola rotazione del germoglio stesso per facilitarne il distacco.

Ma quali caratteristiche che deve avere un germoglio di bambù per essere adatto al ritiro?

  • altezza MIN 15 cm
  • diametro MINIMO uguale o superiore ai
    5 cm
  • Raccolto con un taglio netto
  • Non deve essere presente terra e/o materiale estraneo (paglie ecc,.)
  • Il taglio deve essere più possibile orizzontale
  • Il taglio deve lasciare una parte di “zoccolo” basale bianco (es. asparago)
Una volta raccolti i germogli di bambù si procede alla preparazione delle scatole:

La raccolta dei germogli di bambù va effettuata al massimo 24 h prima del giorno del ritiro ed entro al massimo 12 ore dalla raccolta, i germogli devono essere posti nelle scatole fornite dal C.B.I.S.p.A, che andranno chiuse con il nastro adesivo e su ogni scatola andrà posta l’etichetta con i dati dell’azienda.

Sarà molto importante x l’agricoltore tenere le scatole in ambiente riparato, asciutto e fresco, nell’attesa del ritiro da parte del corriere, per evitarne il deterioramento.

Per eventuali domande di natura amministrativa: 0721 1630145  9.00-12.00/ 14.00-17.00

Per eventuali chiarimenti di natura tecnica  o per richiedere la documentazione per il conferimento Tel: 0721 1630113 9.00-13.00 / 14.00-16.30
e-mail: germogli@cbispa.it


Febbraio Raccolta Germogli

“CAMPAGNA di RACCOLTA GERMOGLI 2021”.

Documenti essenziali** e procedura da seguire:

  • 1.    QUOTAZIONE GERMOGLI 2021;
  • 2.    CARATTERISTICHE PRODOTTO;
  • 3.     ISTRUZIONI RACCOLTA GERMOGLI 2021;
  • 4.     FAC SIMILE DDT GERMOGLI*;
  • 5.     FAC SIMILE FATTURA*;
  • 6.     FAC SIMILE NOTA DI CONSEGNA;
  • 7.      INVIO DATI CBI PER FATTURAZIONE ELETTRONICA;
  • 8.     AUTODICHIARAZIONE HACCP;
  • 9.     DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETA’.
*I documenti 4 e 5 possono essere utilizzati come traccia per compilazione, oppure se non si dispone di un proprio formato aziendale, utilizzati previa compilazione.

** Tutti i documenti sono già stati inviati dall’ufficio tecnico – se così non fosse contattare germogli@cbispa.it per richiederli.

Qualora il privato o l’azienda NON fosse munita di PARTITA IVA AGRICOLA e CONTRATTO DI CONFERIMENTO VERSO CBI in regola, NON sarà possibile conferire alcun prodotto (regola valevole anche per le canne). Prima di conferire il materiale dovrà verificare il proprio regime fiscale e comunicarlo tempestivamente all’azienda, inviando una email all’indirizzo preposto: germogli@cbispa.it

Qualora fosse esonerato da emettere fattura, dovrà compilare la “Dichiarazione sostituiva atto di notorietà” ed inviarla a germogli@cbispa.it, inoltre al momento dell’invio del materiale non dovrà compilare il DDT ma la NOTA DI CONSEGNA.

L’adesione al conferimento, corredata da tutti i documenti richiesti e compilati(già inviati dal nostro ufficio tecnico), dovrà essere inviata all’indirizzo germogli@cbispa.it

ENTRO E NON OLTRE il 28/02/2021.

Qualsiasi adesione ci pervenga mancante di una o più parti e/o successiva alla data sopra riportata, NON VERRA’ PRESA IN CONSIDERAZIONE.

Le ricordiamo inoltre che il materiale necessario all’imballaggio e alla spedizione dei germogli sarà fornito dall’azienda.

Per eventuali domande di natura amministrativa: 0721 1630145  9.00-12.00/ 14.00-17.00

Per eventuali chiarimenti di natura tecnica  o per richiedere la documentazione per il conferimento Tel: 0721 1630113 9.00-13.00 / 14.00-16.30
e-mail: germogli@cbispa.it


L'inverno sta finendo, cosa aspettarsi.

L’INVERNO STA FINENDO, COSA DOBBIAMO ASPETTARCI?

Con l’inverno che sta ormai volgendo al termine, il bambù si appresta ad affrontare l’imminente ripresa vegetativa.

In questo periodo specifico le piante sono ancora “ferme” non si sviluppa la parte aerea, non vengono emesse nuove foglie, non emergono nuovi germogli.

Da un sommario sguardo appaiono meno “splendenti” rispetto a quello che sarà il loro aspetto in primavera.

Notare disseccamenti fogliari e un aspetto generale poco vigoroso è del tutto fisiologico e non deve destare preoccupazione.

In questo periodo è consigliato eseguire una concimazione definita di “pre-germogliamento”. I prodotti più indicati da utilizzare sono Prodotti a base azotata tipo solfato ammonico, o in generale NPK che abbiano un rapporto 2:1:1 degli elementi (esempio NPK 20:10:10).

L’utilizzo di urea è da sconsigliare, per usarlo invece a germogliamento iniziato e con temperature più alte. Per le piantagioni che si trovano dal terzo anno in poi è altresì consigliato un altro intervento aggiuntivo da eseguire a germogliamento iniziato.

Per eventuali chiarimenti di natura tecnica Tel: 0721 1630113 9.00-13.00 / 14.00-16.30
e-mail: assistenza@onlymoso.it


Pensiero Positivo 30

L’AFFIDABILITÀ È LA PRIMA PIETRA SU CUI SI FONDA IL BUON CARATTERE

Le persone di carattere fanno quello che dicono che faranno, rispettando tempi e modalità. I leader sono gli individui a cui gli altri si rivolgono per ottenere una guida, perché hanno saputo dimostrare che sanno preoccuparsi per gli altri e che si può aver fiducia in loro.

Se avete abbastanza rispetto di voi stessi per mantenere i vostri impegni, anche quando non conviene, gli altri vi rispetteranno. L’affidabilità, come qualunque altro tratto del carattere, è un’abitudine.

Incominciate oggi, inizio di un nuovo anno, a sviluppare la pratica dell’affidabilità; se rimandate o trovate difficile mantenere i vostri impegni, iniziate a piccoli passi: promettetevi, per esempio, che oggi sarete puntuali e organizzate il vostro tempo in modo da esserlo; vedrete che sarà poi più facile mantenere anche gli altri impegni.


Quanto è resistente il Bambù?

SI ABBASSANO LE TEMPERATURE.. MA QUANTO E’ RESISTENTE IL BAMBÙ?

Il bambù è una graminacea che tollera bene le basse temperature. Questa proprietà è evidenziata dal fatto che, in corrispondenza dei mesi più freddi, la pianta attraversa sostanzialmente una fase di stasi vegetativa.

Salvo per piantumazioni troppo tardive (a seconda della varie regioni)o nel caso di gelate tardive primaverili, la pianta non subisce alcun danno dovuto alle basse temperature.

Ovviamente, nel processo di crescita e sviluppo della pianta, i primi due anni sono quelli in cui essa potrebbe essere più vulnerabile, manifestando soprattutto nella parte aerea qualche bruciatura nelle foglie dovuta alle basse temperature. Tutto ciò però non si manifesta in un blocco per la pianta in quanto con la successiva primavera rinnoverà completamente tutto il suo apparato aereo, ritornando a splendere


Il Bambù Gigante non teme i cambiamenti climatici

STANCO DEI DANNI ALL’AGRICOLTURA CAUSATI DAI FENOMENI CLIMATICI?

Secondo una recente analisi riguardante gli eventi alluvionali avvenuti in Europa dal 1500 ad oggi emerge un dato che fa pensare, infatti questo ultimo 30ennio è stato uno dei periodi con inondazioni più frequenti e disastrose che hanno causato danni irreversibili e ingenti perdite economiche.

Ma cosa sta succedendo al nostro Pianeta, il clima è forse impazzito? Molto probabilmente Si, basta infatti guardarsi attorno per capire che è avvenuto un radicale cambiamento. Molti scettici sostengono che periodi di inondazioni e siccità ci sono sempre stati, così come temperature estreme e ondate di caldo, ma secondo la maggior parte degli scienziati questi eventi metereologici estremi sono sempre più frequenti e di maggiore intensità.

Anche il Belpaese è stato spesso vittima di questi eventi catastrofici e l’agricoltura è stata messa in ginocchio in diverse parti d’Italia, ma questo ha portato ad una più attenta ricerca di coltivazioni forti e resistenti. Tra  queste è emersa, grazie alle sue caratteristiche, quella del Bambù!

Il Bambù è infatti una delle poche colture che non teme gli eventi atmosferici, ma vediamo il perché:

  • È una coltura ecologica a basso impatto ambientale,
  • Non richiede costosi ed inquinanti trattamenti per la sua gestione,
  • È un polmone verde, cattura enormi quantità di CO2 in cambio restituisce aria pulita,
  • È una pianta rustica in grado di resistere ai fenomeni atmosferici più insidiosi,
  • Grazie alla sua fitta chioma e al suo apparato radicale riesce a favorire la penetrazione dell’acqua nel terreno evitando così che si amplifichino i fenomeni di dissesto idrogeologico


Il bambù inizia la stasi vegetativa

HAI FATTO BENE I COMPITI?
Ottobre, inizia l’autunno e le piante di bambù gigante stanno entrando nella loro fase di stasi vegetativa della parte aerea.

Se ad oggi noti un’emergenza di nuovi germogli non preoccuparti, vuol dire che le piante godono di ottima salute! Quelli che noti non sono dei veri e propri germogli bensì parti apicali di rizoma che si sono differenziate producendo nuove foglie.

Da adesso in avanti se hai “fatto bene i compiti” non dovrai fare altro che aspettare la prossima primavera.

Ti ricordiamo che sei ancora in tempo per programmare eventuali interventi agronomici quali concimazioni, pulizia delle erbacce e ultime irrigazioni.

Se hai qualche dubbio o necessiti di un chiarimento ricordati di contattare il nostro servizio di assistenza.


Pensiero Positivo 29

NON IMPORTA QUELLO CHE GLI ALTRI NON FANNO. QUELLO CHE CONTA È CIO’ CHE FAI TU.

Se dipendete dagli altri per il vostro successo, siete condannati a una vita di fallimento e disperazione.

È triste che solo poche persone mantengono con coerenza quello che hanno promesso. Invece di lamentarvi di quello che qualcun altro avrebbe dovuto fare per aiutarvi, concentratevi su ciò che potete fare voi per aiutare voi stessi.

Il piano di azione migliore è quello che offre agli altri delle opportunità di trarre beneficio se desiderano lavorare con voi verso la realizzazione dei vostri obiettivi, ma che non dipende da queste persone per il successo.


Pensiero Positivo 28

C’E’ UNA GRANDE DIFFERENZA TRA IL FALLIMENTO E LA SCONFITTA TEMPORANEA.

Non esiste il fallimento, a meno che non sia accettato come tale. Ogni sconfitta è temporanea a meno che non rinunciate e permettiate che divenga permanente.

Infatti la sconfitta temporanea spesso ci rende più forti e più abili; ogni volta che proviamo e sbagliamo, impariamo qualcosa che ci aiuta a prepararci per il successo finale. Solo a scuola c’è un’unica risposta giusta ad ogni problema.

Se l’approccio è sbagliato provatene un altro. Quando vedrete le avversità come nient’altro che delle esperienze istruttive, i vostri successi nella vita supereranno di gran lunga i fallimenti.


Pensiero Positivo 27

NON SPRECARE PAROLE CON UN UOMO AL QUALE NON PIACI; LE AZIONI LO IMPRESSIONERANNO DI PIÙ

Alcune persone credono di potersela cavare a parole in qualunque situazione, e in alcuni casi possono aver ragione; ma se qualcuno già non vi ama per via di una semplice incomprensione o per errore di giudizio su di voi, sarà molto difficile che si convinca con le parole.

Le loro azioni svieranno sempre la loro capacità di pensare con la logica e ragionevolezza. Invece un comportamento coerente e costante nel tempo persuaderà anche il più scettico;
se dimostrate di essere una persona generosa, gentile e premurosa, anche i vostri nemici troveranno difficile ostacolarvi e diventerete una persona migliore solo per esservi sforzati.